CHIRURGIA VASCOLARE

Lo studio Ferravante è specializzato nella chirurgia vascolare, ossia quel settore medico-chirurgico specializzato nelle cura delle vene e delle arterie, tramite tecniche di riparazione, derivazione, rimozione e sostituzione.

A CHE COSA SERVE UNA VISITA DI CHIRURGIA VASCOLARE?

Tutti i pazienti affetti da patologie vascolari, che necessitano di un intervento chirurgico, vengono indirizzati da un medico specializzato in chirurgia vascolare. Per quale motivo?

Durante le nostre visite di chirurgia vascolare, in base agli esami diagnostici e ai controlli approfonditi, siamo in grado di  analizzare specificamente ogni caso, in modo da indirizzare ogni paziente affetto da patologie vascolari ai trattamenti più adatti al suo caso. Questi trattamenti possono precedere l’intervento chirurgico, o essere complementari all’intervento stesso.

Le patologie in questione sono tantissime, ma si dividono principalmente in arteriopatie obliteranti e aneurismi.

Le patologie vascolari possono riguardare gli arti inferiori, come: l’insufficienza venosa e delle vene varicose, per cui sarà necessaria una varicectomia; flebiti e trombosi venose profonde, che si cureranno tramite safenectomia, termo ablazione o flebectomia; ulcere degli arti inferiori, patologia vascolare del distretto iliaco-cavale, e della patologia del della vena cava inferiore e dell’arteria succlavia.

Anche nella parte superiore del corpo le problematiche del sistema vascolare possono essere tante, come la patologia steno-ostruttiva e aneurismatica, che si curerà tramite la chirurgia dei vasi splancnici; aneurismi e dissecazioni, aneurismi all’aorta addominale, ecc.
Come già accennato, le malattie vascolari possono essere tantissime, ma il nostro studio altamente specializzato saprà valutare con precisione ogni tipo di casistica.

COME SI SVOLGE UNA VISITA DI CHIRURGIA VASCOLARE?

Quando un paziente si reca nel nostro studio per la prima volta, è necessario porgli una serie di domande volte alla conoscenza del maggior numero di informazioni possibili, per il raggiungimento di una diagnosi corretta. Gli verranno fatte delle domande sulla presenza di eventuali patologie precedenti ai disturbi che presenta al momento, se ha subito altri interventi di chirurgia vascolare, se e quali farmaci assume; altri quesiti riguarderanno le sue abitudini alimentari, il grado di sedentarietà, se è un fumatore, e il suo stile di vita in generale.

Qualora ci sia bisogno di ulteriori approfondimenti diagnostici prima dell’intervento, durante la visita di chirurgia vascolare chiederemo al paziente di eseguire altri esami, che possono essere: esami cardiologici, radiologici, eco-dopler, esami del sangue, o qualunque altro test che possa esserci utile.

Tutti i test che richiediamo ai pazienti, sono necessari per godere della massima sicurezza durante l’intervento che dovranno eseguire. In questo modo possiamo valutare scrupolosamente e in anticipo quali potrebbero essere gli eventuali rischi dell’intervento di chirurgia vascolare, come ad esempio la possibilità che si verifichino emorragie,  o che ci siano rischi a livello cardiologico, o altro.

ECO-DOPPLER

Il tipico esame strumentale che viene svolto negli studi di chirurgia vascolare è l’eco-doppler. Di che cosa si tratta? Come dice la parola stessa, è un esame che si serve sia di un’ecografia che dell’effetto Doppler. È una tecnica non invasiva necessaria per esaminare la situazione anatomica e funzionale dei vasi sanguigni, sia venosi che arteriosi. L’ecografia permette di analizzare i tessuti solidi, mentre il Doppler permette di analizzare lo scorrimento del sangue, tramite una sonda che emette ultrasuoni, che a loro volta rimbalzano contro gli organi e vengono rimandati indietro sottoforma di eco. Il segnale generato dalla sonda viene poi convertito in suono, colore o curva, che segnalano la diversa velocità della circolazione sanguigna. Se la circolazione del sangue risulta più veloce in alcuni punti, significa che sono presenti dei restringimenti o stenosi.

Prima di sottoporsi all’eco-doppler, non è necessario che i pazienti si preparino in maniera particolare, non serve presentarsi nel nostro studio a digiuno o senza aver preso i farmaci abituali; il trattamento inoltre non è invasivo, pertanto non comporta alcuna conseguenza e nessuna controindicazione. Anche la messa pratica dell’eco-doppler è molto semplice: il paziente viene fatto sdraiare su un lettino, nella parte da esaminare verrà spalmato un gel conduttore di ultrasuoni, sopra il quale verrà fatta scorrere la sonda, in grado di riportare le immagini e i dati relativi al flusso sanguigno.

L’eco-doppler è dunque un esame utilissimo per diagnosticare o escludere eventuali patologie dei vasi sanguigni.

VISITE DI CHIRURGIA VASCOLARE FERRAVANTE

Essendo la chirurgia vascolare un settore molto complicato, che può coinvolgere diverse zone del corpo, garantiamo ai nostri pazienti una preparazione eccellente, caratterizzata dalla multidisciplinarietà, continui aggiornamenti sulle tecniche e le metodologie di operazione, ma naturalmente anche la passione per il nostro lavoro, accompagnata dalla massima precisione e dalla predisposizione all’ascolto del paziente.

PRENOTA ORA LA TUA VISITA

Ti risponderemo il prima possibile per confermare

Seguici su Facebook